«

»

set 19 2011

SUBIACO/AFFILE/ROCCA S.STEFANO – Domenica di fuoco nella Valle dell’Aniene!

Grande impegno nella giornata di ieri, domenica 18 settembre.

Sono ben tre i roghi, una vera e propria DOMENICA DI FUOCO NELLA VALLE DELL’ANIENE” per i Volontari di Protezione Civile del C.R.S.Sublacense, molte le chiamate alla Sala Operativa dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Roma.

Il primo verso le ore 14:30, in Contrada “San Vito” nel Comune di Subiaco, sviluppatosi in un terreno agricolo incolto.

A causa del forte vento e della zona difficilmente raggiungibile da terra l’incendio si è spostato molto velocemente lungo il pendio della collina, mettendo a rischio le vicine abitazioni. Le operazioni di spegnimento hanno impegnato i Vigili del Fuoco della Caserma di Subiaco, i Volontari del C.R.S.Sublacense e la Protezione Civile di Gerano, Agosta, Affile e Vignola, anche un elicottero dei Vigili del Fuoco a preso parte alle operazioni di spegnimento, tutte le squadre sono state coordinate dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato della Stazione di Subiaco. Le operazioni sono terminate verso le 19:30 circa.

Il secondo, è stato segnalato dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato alle ore 16:30 circa. L’incendio si è sviluppato in località “Colle Alto” lungo la strada Intercomunale che collega Subiaco a Rocca S.Stefano, l’incendio è partito dal bordo strada, il repentino intervento di quattro volontari del C.R.S.Sublacense con due mezzi AIB e dell’elicottero del CFS, a fermato le fiamme prima che lambissero un’abitazione ed il vicino bosco, le operazioni sono state dirette dagli agenti del CFS.

Il terzo, in Contrada “Farinella” nel Comune di Affile, qui l’incendio è partito verso le 16:45 circa, da un uliveto ed a causa del forte vento si è inoltrato nel bosco. I Volontari della Protezione Civile di Affile allertati dalla Sala Operativa della Regione Lazio e dal CFS si sono portati sul posto, assieme agli Agenti del CFS ed ai Carabinieri della Stazione di Affile. Richiesto anche l’intervento dell’elicottero da parte della forestale per effettuare dei lanci sui focolai difficilmente raggiungibili. Poi si sono portati sul posto anche i Volontari del C.R.S.Sublacense per aiutare nelle operazioni di bonifica. Le operazioni sono terminate alle ore 19:30 circa.

 

Il Dipartimento della Protezione Civile ricorda che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o dolosi. La collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 (Corpo Forestale dello Stato) o 115 (Vigili del Fuoco) anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.