Attila: l’aria gelida dall’Artico che sta invadendo l’Italia. La Valle dell’Aniene sotto costante monitoraggio

Perturbazione dal Polo Nord: Attila

Perturbazione dal Polo Nord: Attila

Un nucleo di aria gelida di estrazione artica proveniente dal mar Baltico sta invadendo l’Italia a partire dalle regioni adriatiche: si chiama “ATTILA”. Sono già in corso nevicate a quote bassissime (100m) su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata, e la situazione tende a peggiorare nel corso dei prossimi giorni.

Nella notte tutte le regioni adriatiche dal Riminese alla Puglia verranno coinvolte da precipitazioni, nevose a quote basse, addirittura come pioggia mista a neve anche lungo le coste abruzzesi.

Il tempo rimane instabile sul resto del sud e sul nord della Sicilia. Mercoledì la giornata inizierà gelida al nord con -5°C, mentre nevicate a quote basse continueranno su tutto il versante adriatico e anche sull’Umbria. Tra giovedì e venerdì è atteso un nuovo peggioramento tra la Sardegna e la Sicilia, mentre il tempo migliorerà altrove, anche se farà freddo. Sabato l’Italia sarà divisa in 2 da due climi diversi, ma comunque avversi: maltempo non freddo al Sud, con allerta meteo sulla Calabria verso la Puglia per la presenza di un piccolo vortice ciclonico, mentre al nordovest giungerà una nuova perturbazione che porterà la neve a Milano e a Torino.
La domenica proseguirà con il maltempo a Sud, forte sulla Puglia, e il cielo più sereno al nord, regioni tirreniche e Sardegna.

Consulta i bollettini di vigilanza meteorologica diramati giornalmente dal Dipartimento di Protezione Civile Nazionale e dal Centro Funzionale della Regione Lazio, oppure segui gli sviluppi sul profilo facebook e twitter del Centro Radio Soccorso Sublacense.